Revolut: la carta che uso per pagare e ritirare all’estero

Link veloce per richiedere una carta Revolut gratuitamente: https://revolut.com/referral/andrea79y!G10D21

Premetto che il modo delle carte ricaricabili “da viaggio” è pieno di concorrenti agguerriti ed è difficile dire che una carta sia la migliore in assoluto per tutti. Nel corso degli anni sono passato dall’uso di una semplice Postepay, di cui ricordo i numerosi difetti, le limitazioni e i costi, passando poi per una carta ricaricabile tradizionale fornita dalla banca dove ho il conto corrente, carta quest’ultima che stava per rovinarmi un meraviglioso viaggio in Giappone (un giorno racconterò questa storia). Fino al giorno in cui sono venuto a conoscenza della carta Revolut. Cosa ha che la rende speciale? Allora, è gratuita, è gratuito ricaricarla, non fa pagare commissioni sui pagamenti in valuta straniera, usa i tassi di cambio ufficiali e non arrotondati, solo nel weekend fa pagare un 1% sul cambio effettivo per motivi contabili, fa ritirare fino a 200€ al mese gratuitamente in tutto il mondo e per le cifre superiori non ha costi elevatissimi, ha un’App semplice e completa per gestire tutto e che si fa apprezzare per le sue funzioni di sicurezza. Prima di conoscerla, oltre alle ricaricabili, utilizzavo le carte tradizionali con commissioni, costi di ritiro contanti e tassi di cambio poco convenienti: è vero che in alcuni casi non si può fare a meno delle carte di credito tradizionali, ad esempio quando si vuole noleggiare un’auto, ma con queste carte i pagamenti in valute diverse dalla propria hanno dei costi non irrisori. Revolut sfrutta le nuove tecnologie per fornire delle funzioni semplici ma molto comode: puoi inviare e ricevere denaro da altri Revolut in pochi secondi in tutto il mondo scegliendo dalla rubrica del proprio telefono, puoi dividere una spesa con altri Revolut direttamente da App, puoi comprare assicurazione viaggi e cryptovalute… Insomma, un punto di riferimento in viaggio e non solo, consigliatissima! L’unico costo da affrontare è la spedizione ma si può evitare anche questa spesa grazie all’invito che metto a disposizione qui sotto: chiunque può richiederla gratuitamente in pochi minuti. Nel corso della registrazione sarà necessario ricaricare il conto di 10€ che saranno subito a disposizione come credito della carta e spendibili come si vuole. Una volta ricevuta la carta, la prima spesa va fatta pagando fisicamente nel POS di qualsiasi negozio e digitando il Pin: da quel momento sarà attiva anche per il pagamento contactless o per il ritiro contanti. Qualora abbiate voglia di provarla potete usare il mio link di presentazione che garantisce la spedizione gratuita:

https://revolut.com/referral/andrea79y!G10D21

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento